Sport and Nutrition Week

Sport and Nutrition Week
Aggiungi al calendario Europe/Rome Sport and Nutrition Week

Padiglione Israele ospita un convegno e attività ricreative dedicati al benessere fisico e alla corretta alimentazione. Lunedì 31 agosto dietologi, chef, sportivi e professionisti del benessere
fanno il punto sulle nuove tendenze e sulle sfide nutrizionali del mondo moderno. Lunedì 1 e martedì 2, gli amanti della frutta più sportivi potranno allenarsi e premiarsi con biciclette
pedala-e-frulla.

Expo Milano 2015. Padiglione Israele dedica tre giorni allo sport e all’alimentazione. Lunedì mattina 31 agosto professionisti dell’alimentazione, chef campioni dello sport dialogano sulle
nuove tendenze e le sfide nutrizionali del mondo moderno offrendo anche riflessioni e testimonianze personali a partire dalla cultura gastronomica israeliana. L’incontro è seguito da un
healthy-brunch israeliano creato ad hoc. Dalle 11.30, Lior Many, dietologo per lo sport ed esperto di processi di Active Health at Work, accoglie gli ospiti e introduce l’incontro offrendo una panoramica sui cambiamenti nutrizionali e le conseguenze nei paesi sviluppati.

“Secondo una ricerca dell’Università di Cambridge pubblicata dalla Lancet Global Health, Israele è il primo paese industrializzato nella classifica sulla qualità dell’alimentazione” Commenta l’organizzatore delle attività Lior Many. “Israele è il 5° paese al mondo per consumo di frutta, verdura e legumi procapite mentre il consumo di junk food è relativamente basso. Qui la cucina mediterranea sposa i sapori mediorientali e africani ma anche tradizioni e culture da tutto il mondo. Queste premesse hanno dato vita a un “biodiversità” gastronomica in continua evoluzione, uno panorama creativo che crea gusto a partire da ingredienti genuini. L’attenzione alla forma fisica degli israeliani e un efficiente sistema di infrastrutture e palestre pubbliche per fare attività all’aria aperta completano il quadro”.
Giorgio Galanti, medico del Club Fiorentina interviene sull’importanza dell’attività fisica e abitudini nei giovani presentando anche i risultati di uno studio su 2.500 adolescenti italiani.

L’appuntamento continua con le riflessioni di Jean Michel Carasso, chef internazionale che ha vissuto e lavorato in Africa, in Francia e in Italia, dove vive da 36 anni. Qual è la differenza tra nutrirsi e mangiare? Carasso parte dalla cucina israeliana e kosher ma anche dal suo approccio cosmopolita alla cucina per parlare delle future tendenze alimentari. L’incontro si conclude con la testimonianza personale di Stefano Carobbi, ex.calciatore nazionale e allenatore di calcio di prima categoria che racconta la sua esperienza personale sulla corretta alimentazione legata
all’attività sportiva.

Martedì 1 e mercoledì 2 settembre (h. 12.00-13-00 – 16.00.17.00), Padiglione Israele ospita una
installazione Pedala-e-Frulla per sensibilizzare il pubblico di Expo all’attività fisica edall’alimentazione sana.

Israel Pavilion @ Expo Milan 2015 true MM/DD/YYYY FREQ=DAILY;COUNT=10

Padiglione Israele ospita un convegno e attività ricreative dedicati al benessere fisico e alla corretta alimentazione. Lunedì 31 agosto dietologi, chef, sportivi e professionisti del benessere
fanno il punto sulle nuove tendenze e sulle sfide nutrizionali del mondo moderno. Lunedì 1 e martedì 2, gli amanti della frutta più sportivi potranno allenarsi e premiarsi con biciclette
pedala-e-frulla.

Expo Milano 2015. Padiglione Israele dedica tre giorni allo sport e all’alimentazione. Lunedì mattina 31 agosto professionisti dell’alimentazione, chef campioni dello sport dialogano sulle
nuove tendenze e le sfide nutrizionali del mondo moderno offrendo anche riflessioni e testimonianze personali a partire dalla cultura gastronomica israeliana. L’incontro è seguito da un
healthy-brunch israeliano creato ad hoc. Dalle 11.30, Lior Many, dietologo per lo sport ed esperto di processi di Active Health at Work, accoglie gli ospiti e introduce l’incontro offrendo una panoramica sui cambiamenti nutrizionali e le conseguenze nei paesi sviluppati.

“Secondo una ricerca dell’Università di Cambridge pubblicata dalla Lancet Global Health, Israele è il primo paese industrializzato nella classifica sulla qualità dell’alimentazione” Commenta l’organizzatore delle attività Lior Many. “Israele è il 5° paese al mondo per consumo di frutta, verdura e legumi procapite mentre il consumo di junk food è relativamente basso. Qui la cucina mediterranea sposa i sapori mediorientali e africani ma anche tradizioni e culture da tutto il mondo. Queste premesse hanno dato vita a un “biodiversità” gastronomica in continua evoluzione, uno panorama creativo che crea gusto a partire da ingredienti genuini. L’attenzione alla forma fisica degli israeliani e un efficiente sistema di infrastrutture e palestre pubbliche per fare attività all’aria aperta completano il quadro”.
Giorgio Galanti, medico del Club Fiorentina interviene sull’importanza dell’attività fisica e abitudini nei giovani presentando anche i risultati di uno studio su 2.500 adolescenti italiani.

L’appuntamento continua con le riflessioni di Jean Michel Carasso, chef internazionale che ha vissuto e lavorato in Africa, in Francia e in Italia, dove vive da 36 anni. Qual è la differenza tra nutrirsi e mangiare? Carasso parte dalla cucina israeliana e kosher ma anche dal suo approccio cosmopolita alla cucina per parlare delle future tendenze alimentari. L’incontro si conclude con la testimonianza personale di Stefano Carobbi, ex.calciatore nazionale e allenatore di calcio di prima categoria che racconta la sua esperienza personale sulla corretta alimentazione legata
all’attività sportiva.

Martedì 1 e mercoledì 2 settembre (h. 12.00-13-00 – 16.00.17.00), Padiglione Israele ospita una
installazione Pedala-e-Frulla per sensibilizzare il pubblico di Expo all’attività fisica edall’alimentazione sana.

 

Condividi questo evento: