Gli Orphaned Land al Padiglione di Israele

*/?>

Gli Orphaned Land al Padiglione di Israele

Gli Orphaned Land al Padiglione di Israele

Il Padiglione di Israele ha stupito tutti, diventando palcoscenico di un concerto di puro rock!
Ieri sera infatti, Israele ha ospitato gli Orphaned Land all’Expo 2015.

Il gruppo è israeliano e in particolare viene dalla città di Petah Tikva. Si trova in Italia in occasione di un tour europeo a supporto dei Blind Guardian e ha deciso di far tappa anche da noi, al Padiglione israeliano, per infuocare la folla di visitatori alla Stazione di Rho Fiera.

orphaned land

Il loro suono è molto originale grazie alle influenze mediorientali che si mischiano a quelle del death metal. Questo genere, fa parte dell’heavy metal e ha consacrato la band portandola al successo a livello internazionale.

Gli Orphaned Land sono una band molto speciale non solo per la loro musica coinvolgente, ma anche per i testi impegnati e dai messaggi davvero profondi. I temi delle loro canzoni spaziano dalla religione all’attualità. La musica è per loro un modo di condividere le proprie opinioni e denunciare i problemi della società moderna. Il risultato, è davvero suggestivo.

Il gruppo è nato nel 1991 e da quel momento ha dato vita ad album di combinazione metal e musica orientale, con l’aggiunta di musiche dalla melodia araba e di tradizione ebraica. Ogni album, ha portato la loro musica a crescere e migliorare fino all’album Mabool del 2004, che ha finalmente consacrato il loro genere e la loro musica dandogli una direzione precisa.

L’album racconta la storia di tre fratelli che cercano di salvare l’umanità da un imminente punizione divina, ha dunque un contenuto molto profondo e impegnato oltre che una sonorità originale.

orphaned land

La serata di ieri sera, alle 20,30 al Padiglione di Israele è stata un gran successo. Dunque, l’esperienza si ripete anche stasera, stessa ora stesso posto ad ingresso gratuito. Per chi se li è persi ieri sera o vuole semplicemente il bis, vale davvero la pena venire ad ascoltarli oggi!

 

Condividi questo articolo: